Impianti di trattamento termico Cuzzi Srl

Letti fluidi ad alta temperatura

Per essiccazione, riscaldamento, calcinazione, ossidazione, arrostimento, rigenerazione, combustione, gasificazione, di prodotti sciolti cristallini, granulari o in polvere a temperature tra i 700 e 1200'C. Il riscaldamento diretto mediante fiamma.

Letti fluidi ad alta temperatura

Camere di miscelazione ad alta temperatura

Per essiccazione, riscaldamento, calcinazione, ossidazione, arrostimento, attivazione e combustione di prodotti sciolti cristallini, granulari o in polvere a temperature fino a 1200'C ed oltre. Il riscaldamento diretto mediante fiamma.

Camere di miscelazione ad alta temperatura

Essiccatori a nastro

Per l'essiccazione o il raffreddamento di prodotti friabili, fibrosi, granulati, pastosi o formati, mediante aria, gas inerti o gas di combustione. Riscaldamento diretto dei gas mediante fiamma o indiretto con scambiatore di calore. La costruzione di tipo sezionale ad uno o pi stadi. L'esecuzione a tenuta, consentendo la circolazione dei gas ed il recupero dei solventi. Il controllo del tempo di permanenza e della temperatura molto preciso. Il prodotto non subisce forti sollecitazioni.

Essiccatori a nastro

Essiccatori a vassoi FAVORIT e SIMPLICIOR

Per essiccare prodotti grumosi o formati mediante circolazione d'aria. Riscaldamento indiretto dell'aria circolante con scambiatore di calore a vapore, acqua o olio diatermico. Il controllo del tempo di permanenza e della temperatura molto preciso. E'un essiccatore universale, utilizzabile per i pi vari prodotti.

Essiccatori a vassoi FAVORIT e SIMPLICIOR

Essiccatori a piatti ed a turbina

Per essiccazione. riscaldamento, calcinazione o cottura di prodotti in polvere, cristallini, pastosi, formati o grumosi utilizzando aria, gas inerti o gas di combustione. Sono costituiti da piatti sovrapposti e da un braccio che spinge il materiale sul piatto inferiore. Al centro una turbina fa circolare l'aria calda sui piatti. L'aria o il gas vengono riscaldati direttamente mediante fiamma o indirettamente con scambiatore di calore. Il controllo del tempo di permanenza e della temperatura molto preciso. Il prodotto non subisce forti sollecitazioni. La costruzione di tipo verticale consente di risparmiare spazio per l'installazione. L'essiccatore a piatti indiretto ha i piatti riscaldati mediante vapore, olio diatermico o acqua calda.

Essiccatori a piatti ed a turbina

Essiccatori a contatto tipo SOLIDIZER, CONTI-AGITATOR e TURBULIZER

Sono impianti che vengono normalmente impiegati per essiccare fanghi o prodotti pericolosi, o mescolati con solventi e che non devono produrre troppi effluenti. Questi essiccatori sono costituiti da un cilindro statico all'interno del quale gira un albero dotato di palette orientabili che spingono in avanti il prodotto. Il mantello ha una camicia all'interno della quale scorre il fluido riscaldante (vapore o olio diatermico). L'esecuzione a tenuta, consentendo la circolazione dei gas ed il recupero dei solventi. Le perdite di calore in questo tipo d'impianti sono bassissime. Il design compatto e gli ingombri sono estremamente limitati.

Essiccatori a contatto

Essiccatori a dischi

Anche in questo caso si tratta di scambiatori termici con movimento in avanti dei materiale e riscaldamento indiretto. Sono adatti a prodotti viscosi. Vi un tamburo statico incamiciato con un rotore dotato di dischi cavi all'interno dei quali passa il mezzo riscaldante. Tali dischi rappresentano l'85% della superficie riscaldante, il resto rappresentato dal doppio mantello e dall'albero del rotore. Vi una grande superficie di scambio che si accompagna a basse perdite di calore e ad ingombri estremamente ridotti. L'impianto pu lavorare in pressione o a vuoto. Vi pu essere un ulteriore riscaldamento diretto facendo passare gas caldi all'interno del tamburo. L'esecuzione a tenuta, consentendo la circolazione dei gas ed il recupero dei solventi.

Essiccatori a dischi

Essiccatore SPIROCON

Ha un principio analogo al precedente ma dotato di dischi a spirale dove viene immesso il mezzo riscaldante (vapore o olio diatermico) che poi viene espulso all'estremit dell'albero. Anch'esso adatto a prodotti viscosi ma non troppo aggressivi. Anche in questo caso possibile un riscaldamento diretto addizionale per mezzo di gas caldi.

Essiccatore SPIROCON

Raffreddatore a letto mobile

Adatto a prodotti con buona tendenza a fluire con un angolo di riposo inferiore ai 45' e pezzatura inferiore ai 3 mm. Il prodotto viene fatto cadere su d di un intrico di tubi entro i quali fluisce acqua fredda, raffreddandosi man mano che precipita fino ad arrivare al fondo del raffreddatore dove viene convogliato da una coclea. Questo apparecchio unisce una grande capacit raffreddante a bassi costi di esercizio ed ingombri ridotti.

Raffreddatore a letto mobile

Essiccatore a ciclone

Si tratta di un essiccatore pneumatico che essicca le particele in modo 'gentile' pur avendo tempi di permanenza superiori a quelli degli essiccatori pneumatici. All'interno di un cilindro verticale si trovano dischi con apertura centrale ed inclinati verso il centro. In questo modo in ciascuna camera si trovano diverse condizioni di temperatura. Il materiale assieme ai gas caldi sale a spirale verso la cima del ciclone. Questo essiccatore raccomandato per prodotti con buona tendenza a fluire, con una pezzatura massima di 1 mm (anche di pi per prodotti a basso peso specifico); particolarmente adatto come secondo stadio di essiccazione per prodotti igroscopici, magari accoppiato ad un essiccatore pneumatico al primo stadio, dei quale possa utilizzare i gas di scarico come mezzo riscaldante. Cuzzi Srl specializzata nel campo della produzione di macchinari ed impianti dell'industria mineraria e metallurgica. Tra i nostri prodotti puoi travare letti fluidi e camere di miscelazione ad alte temperature.

Essiccatore a ciclone

Back Back